+39 3208588574 info@gsrunners.it
Crampi muscolari: il rimedio è il cibo. Cosa mangiare per evitarli

Crampi muscolari: il rimedio è il cibo. Cosa mangiare per evitarli

Ahi! Un Crampo!

Uno dei rimedi più efficaci per i crampi muscolari è assumere alimenti ricchi di elettroliti. Eccone dieci

Crampi muscolari: le causeI crampi muscolari sono il risultato di spasmi casuali e involontari dei nostri moto-neuroni (i nervi responsabili dei movimenti dei muscoli). Possono durare da pochi secondi a qualche minuto. La causa più comune è un uso eccessivo delle gambe con conseguente affaticamento dei muscoli, per esempio quando siamo costretti a mantenere la stessa posizione per un lungo intervallo di tempo. Tuttavia, anche la disidratazione e squilibri elettrolitici svolgono un ruolo nei crampi, così come una cattiva circolazione sanguigna. Ecco 10 alimenti che possono aiutarci a prevenire i crampi muscolari.

FIDAL: Star bene con l’atletica

FIDAL: Star bene con l’atletica

Atletica, Alimentazione, Ambiente sono tre “A” che possono incidere in misura importante sul nostro modello di vita. 

La pratica di questa disciplina, superata l’età giovanile, può aiutare a vivere meglio? La risposta appare scontata, ma è interessante anche capire il perché. Testo del tecnico specialista Piero Incalza

Ottantamila tesserati nel 2010. Di questi, 34.000 hanno concluso una maratona. Sono numeri importanti ed in costante crescita quelli che riguardano gli appassionati che si avvicinano e aderiscono all’atletica leggera con finalità salutistiche e amatoriali. Trenta, quaranta minuti di esercizio fisico continuo per quattro volte a settimana è quello che, solitamente, viene suggerito per mantenere una buona condizione funzionale. Questa semplice indicazione, se pur condivisibile nella sua essenza, appare estremamente generica e poco utile da chi si vuole avvicinare alle attività che l’atletica propone.

Gli obiettivi e le motivazioni alla pratica sportiva possono essere diretti verso la ricerca della massima prestazione oppure del benessere fisico e psicologico (fitness). L’una non esclude l’altro, anzi: lo stato di salute costituisce il presupposto fondamentale per perseguire e raggiungere i migliori risultati sportivi. E’ altrettanto risaputo che quando si sottoporre l’organismo ad impegni massimali, aumentano i fattori di rischio e, quindi, le “controindicazioni” per chi si improvvisa atleta.

Vai al link dell’articolo: Star bene con l’atletica

 

I 15 cibi da evitare assolutamente prima dell’allenamento

I 15 cibi da evitare assolutamente prima dell’allenamento

Vai all’articolo del corriere – La black list degli alimenti per sportivi

Spiluccare qualcosa di leggero o restare a digiuno completo? Questo è il dubbio che spesso ci si pone prima di iniziare quel che resta di un’attività sportiva. Scienziati e atleti sanno bene che il momento del pasto, così come la qualità dei cibi assunti, influenza in modo decisivo le performance. Inoltre, «allenarsi a stomaco vuoto — spiega un articolo del New York Times che analizza lo studio pubblicato dal The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism sull’interazione tra pasti, salute metabolica e attività fisica — potrebbe aumentare i benefici dell’attività sportiva sulla salute. Anche se questa attività avviene ormai tra le mura di casa, tutt’al più al parchetto poco distante.
I muscoli che lavorano hanno bisogno di carburante durante l’esercizio fisico, principalmente sotto forma di zucchero (glucosio) o grasso. Tale combustibile può provenire quindi dal nostro pasto più recente, una volta che i suoi zuccheri e grassi vengono digeriti e messi in circolazione nel sangue, o dalle riserve di grassi e zuccheri già presenti nel nostro corpo. Tutti noi abbiamo tali riserve, specialmente di grasso, e alcune risiedono proprio nei nostri muscoli. Questo grasso muscolare, però, diventa problematico se ne accumuliamo troppo ed è quindi meglio incoraggiare lo smaltimento di queste riserve». Se da un lato il consiglio sembrerebbe quello di fare workout a digiuno, quindi meglio al mattino prima ancora di fare colazione, dall’altro se proprio non si resiste è ammesso spiluccare qualcosa di leggero. Ma attenzione, perché non tutti i cibi vanno bene e alcuni devono essere assolutamente evitati. Ecco quali e perché.